it-flag  en-flag

Viaggio in Nepal – A caccia di «ottomila» in Nepal

22 Gennaio 2014

Categorie: Idee di viaggio Gennaio 2014

Viaggio in Nepal,paradiso degli escursionisti,trekking nella valle dell'Himalaya

Alcune delle cime più alte del pianeta si trovano qui: il Nepal è il paradiso degli escursionisti.

Nel 2012, il Nepal è stata una delle destinazione preferite dagli italiani: sono tanti, infatti, i connazionali che oltre alla natura e alla spiritualità vanno alla ricerca di sport ed avventura nel piccolo Stato asiatico che trova posto incastonato tra Cina e India.

viaggio in nepalSecondo i dati forniti dal Nepal Tourism Board, l’Italia nel 2012 è stato il quarto Paese europeo per arrivi con una crescita del 17 percento rispetto all’anno precedente. Il Nepal ospita le tre cime più alte dei quattordici «ottomila» del pianeta in un territorio perfetto per chi ama fare escursioni e per chi è in cerca di esperienze spirituali, grazie alla presenza di numerosi templi buddisti e induisti. È una destinazione turistica in forte crescita capace di unire un’offerta molto varia per gli amanti del trekking con percorsi sia impegnativi che più semplici, adatti a tutti i camminatori, oltre alle visite artistiche nelle città della valle di Kathmandu.

L’area più famosa e frequentata dai trekkers è Annapurna Conservation Area, a ovest del Paese, che regala i sentieri più belli, tra cammini impegnativi ma accessibili a tutti coloro che amano la montagna. Il percorso più frequentato si chiama «Un balcone sull’Himalaya»: in 10 giorni si passa dai 2.500 ai 4.200 metri d’altezza mentre si ammirano le montagne che sono entrate nella leggenda, dall’Everest al Makalu, dal Lhotse all’Ama Dablam. Altri itinerari dalla stravolgente bellezza sono quelli che vanno dal Great Himalayan Trail, tra una flora e una fauna spettacolari, al Guerrilla Trek, nella regione centrale del Paese, e allo storico Hippie Trail che tocca anche i luoghi di nascita del Buddha. Da non perdere assolutamente ci sono anche il Chitwan National Park, con la sua giungla subtropicale; il Sagarmatha National Park, al confine con la Cina, con quasi 200 specie differenti di uccelli e il Parco Langtang dove tra pini, betulle, querce e bamboo convivono orsi, daini e leopardi delle nevi. Le esperienze mistiche si miscelano perfettamente a quelle sportive grazie ai luoghi sacri della valle di Kathmandu, culla della cultura nazionale: in particolare sono da visitare il tempio induista Pashupatinath, apprezzato per le sue architetture a forma di pagoda, e Swayambhunath, chiamato anche «tempio delle scimmie», uno dei simboli del buddismo.viaggio in nepal: Everest

Come abbigliamento da montagna sono sufficienti una camicia pesante, un maglione e una giacca di piumino. Ideale è indossare una giacca a vento in tipo «gore-tex» abbinata ad un maglione tipo «pile» staccabile ed usabile singolarmente. Un ampio poncho impermeabile è sicuramente utile, come i soprapantaloni K-way in caso di pioggia o forte vento. Un consiglio importante valido sia per gli uomini che per le donne è quello di non indossare vestiti scollati o pantaloncini corti, sia in corso di viaggio che nelle soste nei paesi: per non offendere le tradizioni nepalesi. Utile è anche l’ombrello, magari un tipo dal manico in legno capace di diventare un punto d’appoggio, con il telo che protegge dal sole o dalla pioggia e che diventa un riparo da occhi indiscreti durante eventuali soste per improrogabili necessità.

viaggio in nepal: montagneNon tutti sanno che il Nepal è l’unico Stato del Mondo che possiede una bandiera nazionale di forma non rettangolare, escludendo quella svizzera e quella vaticana che sono quadrate. Si tratta infatti di un trapezio rettangolo sormontato da un triangolo rettangolo, di un colore cremisi (il colore nazionale del Nepal) con il bordo blu, a rappresentare la pace.

Per questa destinazione, Shambhoo Travels propone diversi itinerari, a partire da 7 giorni, che potrete consultare a QUESTA PAGINA.

Leave a comment

You are commenting as guest. Optional login below.