it-flag  en-flag

Viaggio in India: Guru Nanak Jayanti, il compleanno del fondatore del Sikhismo

06 Novembre 2014

Categorie: Novembre 2014 Cultura & Costume

Viaggio in India Guru Nanak Jayanti Tempio d'oro di Amritsar (ph. Inderpreet Singh ©)

Si celebra oggi in India il Guru Nanak Gurpurab noto anche come Guru Nanak Prakash Utsav o Guru Nanak Jayanti che celebra la nascita del fondatore del Sikhismo, Guru Nanak. È una delle festività più importanti della religione Sikh, commemorata tuttavia anche da Hindu e  da tutti i seguaci della filosofia di Guru Nanak.

Viaggio in India Guru Nanak

Per i Sikh, solitamente, le festività sono collegate agli anniversari delle nascite dei 10 Guru, ovvero coloro che, nel corso di secoli, hanno contribuito in diversi modi alla creazione ed all’ accrescimento di questa filosofia/religione. Difatti, il termine “guru” significa “maestro” mentre il termine “sikh” significa “allievo,discepolo” e, pertanto, i compleanni dei 10 maestri, noti come Gurpurab (o Gurpurb), sono un’ulteriore occasione per festeggiare e pregare.

Sebbene il Guru Nanak sia nato il 15 aprile 1469, in Pakistan, la sua nascita si celebra durante il Kartik Purnima, ovvero il giorno di luna piena nel mese di Kartik, che di solito cade nel mese di novembre, ma la sua data varia di anno in anno, in base alle date tradizionali del calendario indiano.

La particolarità della religione sikh, monoteista anch’essa, è che si basa fondamentalmente su soli tre principi:

·         Ricordare il Creatore in ogni momento;
·         Guadagnare lavorando onestamente;
·         Condividere il guadagno.

I guru sikh non credono nell'isolamento dal mondo per guadagnare la salvezza, al contrario, per essi l’unica via è il lavoro onesto e la conduzione di una vita normale e corretta. I Sikh infatti è fatto divieto di qualsiasi “dipendenza”, come da tabacco, alcool, droghe, carne, così come tagliarsi i capelli, racchiusi nel famoso turbante!

Viaggio in India Guru Nanak Jayanti Sarcedote Guerriero SikhMolti viaggiatori avranno notato che in India, è molto comune il cognome Singh (= leone); ebbene, questo appellativo, più che un cognome, è stato attribuito a tutti gli uomini sikh nel 1699, come segno di abolizione di ogni differenza tra le persone (di casta, di ricchezza, ecc.). Parimenti, le donne sikh prendono il cognome Kaur (=principessa).

Questa volontà di annullamento di ogni differenza tra gli esseri umani è fortemente percepibile all’interno dei templi Sikh, chiamati Gurudwara, come quello di Amritsar, comunemente noto come Tempio d’Oro, o quello di Delhi, Gurudwara Bangla Sahib dove viene istituito il “langar" ovvero la cucina comune, fondata per creare uguaglianza sociale fra l'intero genere umano: un luogo dove tutti, indistintamente dalla propria estrazione sociale, ricchi e poveri, così come persone di altre religioni, possono sedere insieme e condividere tutti lo stesso pasto.

Viaggio in India Guru Nanak Jayanti Tempio di Delhi (ph. Inderpreet Singh ©)I nostri amici viaggiatori sanno bene di cosa stiamo parlando, perché nei nostri tours,nel fermasi a Delhi, consigliamo sempre una visita al tempio sikh di Old Delhi…..indicative le parole della nostra amica (sì, non esistono i “clienti” per Shambhoo Travels) rossPortoviro che su Tripadvisor, così commenta la sua visita al Gurudwara: …” E' sera ormai quando arriviamo in questo tempio sikh, l'aria intorno e' permeata di canti ipnotici, nenie dolenti..una fede tangibile pervade una pletora di persone di tutti i ceti sociali...capo coperto da un fazzoletto giallo e piedi bagnati e nudi..noi occidentali, smarriti da usanze tanto diverse, seguiamo il flusso dei fedeli, entriamo nel profumo di incenso e nella musica monocorde, lodano con parole e lingua incomprensibili al nostro orecchio, ma tanto ci tange l'animo...le cucine fervono nei preparativi dei pasti per i poveri...enormi pentole dove sobbolle la zuppa e mani operose che impastano il loro pane...cibo per l'anima e per il corpo...pace ovunque...”

La celebrazione del Guru Nanak Jayanti si svolge in tre giorni: due giorni prima, ha luogo la lettura ininterrotta del Guru Granth Sahib, il libro sacro dei Sikh, all’interno del tempio, che dura circa 48 ore, accompagnata da canti ed inni al Guru Nanak.
Il secondo giorno, è il momento della processione attraverso le strade della città, denominata Nagarkirtan, durante la quale vengono esposti la bandiera dei Sikh ed il libro sacro Granth, ed anch’essa svolta con canti, riti e balli e con la rappresentazione di varie arti marziali e finte battaglie con le armi tradizionali.

Il giorno vero e proprio del Gurpurab infine,  i festeggiamenti cominciano la mattina presto all’alba con i canti e le preghiere, seguite poi dal Langar, il pranzo speciale comune, allestito sempre e solo da volontari ed aperto a tutti.

Viaggio in India Guru Nanak Jayanti Tempio di Amritsar (ph. Samuele Fracasso ©) 
Il Guru Nanak Gurpurab viene celebrato dalla comunità Sikh in tutto il mondo, in particolar modo in Punjab, in Haryana e a  Chandigarh.

Tappa immancabile dei tours proposti da Shambhoo Travels, 1-2 giorni di sosta a Delhi (a seconda della disponibilità), sono fondamentali sia per rifocillarsi dopo un volo intercontinentale sia perché Delhi offre tantissime, emozionanti cose da visitare ed apprezzare!

Per maggiori informazioni contattateci o scriveteci all’indirizzo: tour@shambhoo.com

Leave a comment

You are commenting as guest. Optional login below.