it-flag  en-flag

Viaggio di nozze in India del sud

08 Agosto 2014

Categorie: Idee di viaggio Agosto 2014

Viaggio di nozze in India del sud

Il mio più grande dilemma prima della partenza era se andare a nord o a sud. Dopo ricerca e consultazione con guide, amici e conoscenti abbiamo optato per un viaggio di nozze in India del sud, con l’idea di un viaggio più rilassante per il primo viaggio in India, un’ideale introduzione alle bellezze dell’India. Per questa ragione abbiamo scelto un tour che ci permettesse di toccare alcune delle principali mete e località dell’India del sud per terminare il viaggio in una località di mare giusto per riposarsi e rilassarsi prima del rientro in Italia.

Siamo arrivati a Chennai o Madras  - la "porta sud", sulla costa orientale del Tamil Nadu. Il primo impatto è stato la vista di tutti questi colorati sari di seta,  gioielli multicolore su uno sfondo di colore senape fangoso di edifici bassi e datati. Era l'ora di punta le strade erano affollate - solo in un secondo tempo scopriremo che le strade indiane sono sempre così caotiche e trafficate -, spintoni intimità al flusso di veicoli sulla polverosa strada principale, rickshaw  - taxi a tre ruote -  molte motociclette (quasi tutti senza casco, le donne sedute dietro di lato) e poi automobili e autobus stipati di volti di indiani che ci fissavano, e noi fissavamo loro.

Abbiamo lasciato Chennai e in poco più di un’ora ci siamo diretti a Mamallapuram. La nostra prima uscita è stato un tour dei templi mozzafiato, santuari scavati e scolpiti nella roccia che fanno di Mamallapuram, patrimonio mondiale dell'Unesco, con i più antichi esempi esistenti di architettura Pallava che sono particolarmente diffusi in questa parte dell'India. Nei nostri primi giorni abbiamo visitato molti dei templi perchè questa regione il Tamil Nadu ribattezzato “il paese dei templi” è famoso per i suoi templi e le sue meravigliose sculture incredibilmente dettagliate in questi siti antichi ben conservati.

I più grandi templi del sud dell'India sono nel Tamil Nadu: Kanchipuram, "città dei 1.000 templi", è una delle città più sacre dell'induismo. Sulla strada per vederlo ci siamo fermati a guardare fabbri sul lato della strada che lavoravano dei metalli e li modellavano per ottenere coltelli e machete. La nostra guida locale Sukesh ha sottolineato che si trattava di donne che facevano il lavoro, mentre gli uomini erano addetti alla vendita.

Nei giorni successivi abbiamo visitato altre città sacre del Tamil Nadu come Tiruvannamalai un importante centro shivaita, Chidambaram con l’imponente complesso religioso di Nataraja splendido esempio architettura dravica. A Kumbakonam abbiamo potuto ammirare una serie di spendidi esempi dell’architettura Chola e al termine dela giornata abbiamo pernottato al Paradise Resort che come richiama il nome è una struttura molto caratteristica, heritage con molto verde e tranquillità.

Il giorno successivo al mattino abbiamo visitato Thanjavur o Tanjore - i nomi delle città indiane sono state un problema per tutto il viaggio e solo al rientro sono riuscito a mettere un po’ di ordine nella mia testa - . Splendido il Brihadishwara Temple a Thanjavur e successivamente a Trichy è stata la volta dello Sri Ranganathaswamy Temple, tempio vishnuita con i suoi numerosi colorati e decorati Gopuram.

L’ultimo giorno in Tamil si conclude a Madurai una caotica e polverosa città del Tamil, capitale religiosa affollata di pellegrini tutti diretti allo straordinario Sri Meenakshi Temple. Il tempio più grande dell’India, 12 colorati gopuram, sculture, sale, gallerie, colonne, colori, suoni, preghiere e pellegrini … tutto questo e molto di più è lo Sri Meenakshi Temple.

Il giorno successivo siamo volati su Bangalore capitale dello stato del Karnataka, la Silicon Valley indiana (anche se Mysore sta recuperando terreno).

Anche qui come in tutto il resto del viaggio non si è mai soli in India - ovunque si guardi, a qualsiasi ora del giorno, anche guardando un paesaggio rurale stanne certo che si vedono sempre le persone. Dal finestrino della nostra auto abbiamo potuto vedere figura accovacciate, siamo passati tra incroci dove spintoni della folla a piedi, in bici, con le mucche ci rallentavano, aspettando di attraversare.

Lasciamo in fretta Bangalore per dirigersi verso Mysore a due ore d’auto. Mysore, città di palazzi, il più famoso è il Maharaja’s Palace al centro della città, è più rilassata di Chennai, con ampi ariosi viali. Ma il luogo più bello e il colorato mercato centrale di Devaraja Market pieno di favolose bancarelle di fiori, frutta, verdura, gioielli, braccialetti  e molti altri oggetti di uso quotidiano.

Anche qui come altrove le mucche erano ovunque, che sembravano vagare libere, infatti sono animali sacri e liberi che nessuno si permetterebbe mai di disturbare o di fare alcun male

Al Bandipur Safari Lodge, nel parco nazionale del Karnataka abbiamo avuto il nostro incontro con la tigre - la bella bestia ci è apparsa brevemente con la sua maestosa presenza nel profondo della boscaglia. Abbiamo anche visto sambar cervi, uccelli paradiso pigliamosche coda lunga, e il minimo scorcio di un elefante navigazione tra i cespugli.

Siamo rientrati nel Tamil Nadu nelle alte città collinari di Nilgiri, Coonoor e Ooty (famose come stazioni climatiche o capitali estive per i funzionari Raj nel periodo coloniale), l'aria era molto più fresca e, insolitamente, avevamo bisogno di un maglione alla sera. L'hotel Taj Gateway a Coonoor era una vera bellezza in perfetto vecchio stile coloniale, dove un cameriere ci ha portato bottiglie di acqua calda per le nostre camere dopo cena.

Lasciato definitivamente il Tamil Nadu ci siamo diretti verso il Kerala fermandoci a Munnar dove siamo stati accolti da un paesaggio incredibile, su colline  alte in pendenza venivano coltivate con piantagioni di tè verde in modo che sembravano quasi finte … un paesaggio unico che trasmetteva serenità e pace.

Ci siamo diretti poi a Cochin o Kochi dove abbiamo pernottato nella zona vecchia a Fort Cochin. Ancora una volta l’India ci ha stupiti. Cochin con la sua storia, la sua architettura coloniale fatta di palazzi e giardini, le sue chiese, e il suo mare ci ha meravigliosamente colpiti e non volevamo più lasciarla.

Ma ci aspettavano altri giorni di viaggio e altri giorni di piacevole sorprese. Lasciato Cochin si siamo diretti alla volta di Alleppey per un pernottamento in una delle caratteristiche case galleggianti che scivolano lungo le magnifiche lagune e laghi del Kerala le famose backwater canali navigabili unici e caratteristici del Kerala. La giornata in houseboat una caratteristica kettuvalam solo per noi è stata unica e tremendamente romantica.

La nostra ultima tappa era Kovalam è sulla costa occidentale, dove il paesaggio tropicale, le spiagge di palmeti ci stavano aspettando e l’ultima sorpresa è stata il meraviglioso soggiorno al Niraamaya Retreats con la camera vista mare in mezzo al verde, il bagno open roof … un paradiso unico dove siamo stati coccolati e viziati e che non volevamo abbandonare.

Per avere una idea delle nostre proposte viaggio vi invitiamo a visitare la nostra pagina Viaggio India del sud

Per vedere alcune foto di alcune regioni dell'India del sud vi invitiamo a visitare le nostre Gallerie fotografiche India del sud

Per informazioni, richiesta preventivi personalizzati scrivete a tour@shambhoo.com

Leave a comment

You are commenting as guest. Optional login below.