it-flag  en-flag

I tesori della valle di Kathmandu in Nepal: prima e dopo il terremoto

14 Maggio 2015

Categorie: News Maggio 2014

Una vista del tempio crollato Vatsala Durga a Bhaktapur

Terremoto in Nepal - Oltre alla perdita devastante delle vite umane nel terremoto di sabato 25 aprile 2015, i nepalesi e il mondo, hanno perso parti dello straordinario patrimonio culturale del paese.
Irina Bokova, direttore generale dell'organizzazione culturale delle Nazioni Unite, l'Unesco, ha detto che ci sono stati "estesi e irreversibili danni" sul sito del patrimonio mondiale nella valle di Kathmandu.
Sette aree monumentali nella valle di Kathmandu costituiscono il patrimonio dell'umanità.
Le tre zone urbane sono Durbar Square - che significa "nobile corte" – e gli insediamenti di Kathmandu, Bhaktapur e Patan.
La signora Bokova descrive questi tre complessi come "quasi completamente distrutti".
Le altre quattro zone patrimonio dell’umanità sono siti religiosi: gli stupa buddisti di Swayambhunath e Boudhanath e i complessi di templi induisti di Pashupatinath e Changu Narayan.
In una dichiarazione l’Unesco ha detto che sta invitando esperti internazionali per valutare i danni ai siti della valle di Kathmandu.

 

 Durbar Square di Kathmandu

La Durbar Square nella città vecchia di Kathmandu è una rete di palazzi, cortili e templi. L’Unesco la definisce "il punto focale sociale, religioso e urbano" della capitale nepalese. 

Kathmandus Durbar Square shown in June 2011 - the nine - storey Basantapur Tower is on the right
Durbar Square di Kathmandu, in una foto del giugno 2011 - i nove piani della torre di Basantapur si trovano sulla destra.

 DurThe same buildings in the capitals Durbar Square shown after the disaster - the Basantapur Towers top tiers have collapsed

Gli stessi edifici a Durbar Square nella capitale mostrato dopo il disastro - i piani più alti della torre di Basantapur sono crollati

 Another part of Kathmandus Durbar Square shown in 2010

Un'altra parte di Durbar Square di Kathmandu, mostrato nel 2010

The quake caused the statue of Hindu god Garud to topple from its pillar

Il sisma ha causato il crollo della statua del dio indù Garud dal suo pilastro

 

 Durbar Square di Bhaktapur

Il tempio principale nella piazza di Bhaktapur ha perso il suo tetto, mentre il tempio Vatsala Durga del XVI secolo, famoso per le sue pareti di arenaria e sormontato da pagode d'oro, è stato demolito dal sisma.

Bhaktapurs Durbar Square shown in July 2011 with intact Vatsala Durga Temple grey stone

Durbar Square di Bhaktapur mostrato nel luglio 2011, con intatto il tempio Vatsala Durga (in pietra grigia)

After the earthquake residents are taking refuge in the open space of the square - behind them is the rubble of Vatsala Durga

Dopo il terremoto i residenti stanno prendendo rifugio nello spazio aperto della piazza - dietro di loro le macerie del Vatsala Durga

 

 Durbar Square di Patan

Patan, o Lalitpur, è dall'altra parte del fiume Bagmati a est di Kathmandu. La  città fu fondata nel III secolo.

This photo from 2010 shows the historic square in Patan with intact temples

Questa foto dal 2010 mostra la storica piazza di Patan con i templi intatti

Looking back in the other direction along the square after the earthqake several of the tiered temples appear to have collapsed

Guardando indietro nella direzione opposta lungo la piazza dopo il terremoto, molti piani più alti dei templi sembrano essere crollati

 

Swayambhunath

The stupa at Swayambhunath religious complex pictured in 2010

Lo stupa del complesso religioso di Swayambhunath in una foto del 2010.

This image taken the day after the earthquake shows damage to the surrounding buildings

Questa immagine presa il giorno dopo il terremoto mostra i danni agli edifici circostanti

A monk salvages items from the rubble of a building next to the stupa

Un monaco recupera elementi dalla macerie di un edificio accanto allo stupa

Il complesso del tempio buddista di Swayambhunath, fondato nel V secolo, è stato anch’esso danneggiato. Le riprese video hanno mostrato la facciata rovesciata di uno degli edifici, con le bandiere di preghiera che la circondano ancora svolazzanti nel vento. Ma lo stupa centrale, iconica, con i suoi occhi che guardano del Buddha, è ancora lì al suo posto.

 

 Boudhanath 

The magnificent Boudhanath Stupa shown in 2014

Il magnifico stupa di Boudhanath Stupa in una foto del 2014

Rapporti e verifiche hanno evidenziato che lo stupa Boudhanath ha sostenuto qualche danno, anche se i dettagli non sono ancora chiari. Si tratta del più grande stupa in Nepal. 

 

Pashupatinath
 
Bodies of earthquake victims are cremated at Pashupatinath on the banks of the Bagmati river
Pashupatinath sulle rive del fiume Bagmati 
 Il complesso religioso induista di Pahupatinath sembra non abbia subito danni nel disastro, così ha riferito un devoto all’Indian Express. Lo stesso articolo riporta che le cremazioni si svolgono nel sito continuamente.
 
 Torre Dharahara
 
Dharahara pictured before the earthquake
Foto della torre Dharahara prima del terremoto
Dharahara pictured after the earthquake Saturdays disaster reduced the tower to rubble
La torre Dharahara dopo il del terremoto di sabato 25 apirel che ha ridotto la torre in macerie
 
 Questo punto di riferimento è stato ridotto a un moncone dal terremoto di sabato 25 aprile. Costruito dal primo ministro del Nepal nel 1832, il sito, conosciuta anche come la Torre di Bhimsen, era popolare tra i turisti che desiderano salire i più di 200 gradini per vedere Kathmandu dall'alto.

Non è chiaro se tutti questi antichi monumenti possano, o saranno ricostruiti. Lo storico Prushottam Lochan Shrestha ha detto al sito ekantipur.com: "Abbiamo perso la maggior parte dei monumenti che erano stati designati come Patrimoni dell'umanità in Kathmandu, Bhaktapur e Lalitpur (Patan).Non possono essere ripristinati allo stato originale."

Eppure molti edifici che sono stati distrutti dal terremoto in Nepal del 1934 sono stati ricostruiti, tra cui la torre Dharahara.

Leave a comment

You are commenting as guest. Optional login below.